Trakti Blog

Deals made easy!

La trasformazione digitale nel procurement

by Luigi Telesca on agosto 24, 2015 Commenti disabilitati su La trasformazione digitale nel procurement

Il procurement strategico driver dell’innovazione aziendale

Fare business oggi è veramente diverso rispetto a qualche tempo fa. L’espansione della globalizzazione, l’outsourcing, e la veloce evoluzione delle dinamiche di mercato sta spingendo le aziende ad adottare modelli operativi nuovi per poter ottimizzare le loro procedure e ridurre al minimo i loro costi. Le aziende oggi sono più dipendenti da fornitori esterni, talento e collaboratori a progetto necessari per poter espandere i loro business, dalla creazione e produzione di un nuovo prodotto alla distribuzione alla gestione delle relazioni con i clienti. Inoltre una parte crescente della loro forza di lavoro non è nemmeno assunta direttamente o full time.

Benvenuti nell’impresa virtuale ed in una nuova era per il procurement.

Il business non è più un’idea legata ad un servizio che si espleta all’interno di una società, ma è un processo collegato a un intera rete di valore. Non è solo l’intelligenza interna di una organizzazione, ma è l’intelligenza intera di una comunità. Non si tratta di automatizzare tutti i processi e di svolgerli il più velocemente possibile, ma di approfittare delle intuizioni collettive e delle migliori pratiche per migliorarne lo svolgimento in un modo completamente nuovo.

In questo contesto, il procurement potrà e dovrà giocare un ruolo strategico nella gestione di questa nuova azienda digitale, sfruttando la tecnologia per semplificare le attuali complessità del business, e gestire le loro operazioni in un modo nuovo e dinamico offrendo alle aziende un grande vantaggio competitivo.

Oggi, il procurement è immerso in un processo evolutivo che lo spinge dall’essere una semplice funzione aziendale all’interno all’impresa a rivestire una funzione centrale nelle aziende. Il procurement in questo nuovo assetto è non solo un modo per far risparmiare soldi alle imprese, ma diventa una vera e propria fucina della creazione, un collettore di energie e valore in grado di introdurre innovazioni che provengono dai fornitori, partner, o start-ups (tramite acquisizioni). Il procurement è infatti un processo che si sviluppa all’interno dell’azienda ricoprendo diverse funzioni aziendali in grado di creare un enorme valore per l’impresa. Pertanto, il procurement è destinato a ricoprire un ruolo fondamentale nel futuro prossimo, se alziamo lo sguardo troveremo che davanti a noi ci sono alcuni aspetti che saranno centrali nel settore nei prossimi mesi.

La collaborazione diventerà una priorità

Ci sono innumerabili esempi che dimostrano che oggi per le aziende è praticamente impossibile rispettare obbiettivi di spesa, ricavi e “cash flow” senza essere connessi. Tramite l’uso delle reti aziendali, il capo dell’ufficio acquisti (CPO) diventerà effettivamente il capo dell’ufficio di collaborazione, organizzando le risorse ed ottimizzando la collaborazione all’interno dell’azienda ed attraverso tutta la catena di fornitori per raggiungere nuovi livelli d’innovazione, efficienza e agilità per l’impresa.

La tecnologia cambierà le carte in gioco
Di nuovo la tecnologia è alla guida di una rivoluzione produttiva, incentrata, in questa occasione, sulla digitalizzazione dei principali processi transazionali e negoziali e su una maggior collaborazione all’interno dell’organizzazione.

Le classiche procedure di acquisto svolte tramite ordini d’acquisto e fatture in carta diventerà finalmente storia, sostituite da transazioni end-to-end completamente automatizzate. Se questo non fosse abbastanza, alcune organizzazioni puntano più in alto. Esse non solo mirano a coprire segmenti di automatizzazione ad oggi totalmente scoperti da sistemi interni come ERP e CRM, ma mirano a sfruttare le loro reti aziendali per estendere questi processi e sistemi all’esterno della loro azienda. Vogliono creare una comunità collaborativa e virtuale di partners che permetta uno svolgimento del processo migliore, che sia resiliente ed in caso di reagire velocemente in caso di shock o in grado di adattarsi ai bisogni del mercato “senza intoppi”, il tutto riducendo gli overhead dei costi di coordinamento, grazie a processi completamente automatizzati.

L’innovazione accelererà

Le innovazioni provenienti dai fornitori e partner sono fondamentali nell’economia odierna, connessa e globale. L’implementazione di reti aziendali sarà fondamentale per avere una maggiore consapevolezza del mercato, instaurare nuovi livelli di collaborazione tra acquirenti e fornitori, consentire l’ efficientamento dei processi e delle interazioni che porteranno ad una produzione più in linea con il mercato ed a costi più competitivi, ad un miglioramento dei prodotti e alla possibilità di crearne nuovi. I sistemi di procurement dovranno pertanto offrire anche opportunità di scambio di opinioni, di brainstorming al di la dei confini aziendali, che riducano la distanza dal mercato e facilitino l’adozione di innovazione da parte delle imprese.

Il business sarà social e semplice

Social networks, da LinkedIn, Google+ a Twitter, stanno rendendo più semplice per i clienti acquistare, condividere e consumare, ed alle imprese nuove opportunità per scambiare informazioni in modo facile e scalabile; permettono di scoprire, collegarsi e collaborare con nuovi partner commerciali ottenendo delle nuove opportunità commerciali in tutto il mondo anche in assenza di presenza fisica.

Social Transactions Management Trakti

by: webtreats

Il procurement dovrà approfittare di queste reti sociali per creare un’esperienza d’uso semplice ed orientata ai clienti, in cui, con pochi clic, possano fare acquisti di beni e servizi, fare richieste di preventivi, disegnare e gestire i loro ordini, negoziare le condizioni e pagare elettronicamente. Utilizzare sistemi che consentano la gestione ed il controllo di tutti i processi in una unica piattaforma collegata e sempre disponibile alla rete esterna ed alle reti sociali. Una piattaforma innovativa che combini diversi processi di compra-vendita (attualmente frammentati fra Ebay, Amazon ed altre piattaforme specializzate), che possa facilmente essere internalizzata dall’azienda senza però averne i costi di sviluppo; di una soluzione che permetta un’alta possibilità di gestione e customizzazione delle trattative e che offra tutte le funzionalità e potenzialità delle grandi reti sociali (Facebook o LinkedIn).

Il procurement continuerà a trasformarsi

Con l’automazione dei principali processi, come la negoziazione, la gestione dei fornitori e l’esecuzione degli ordini, finalmente si libereranno tempo e risorse da dedicare al procurement favorendo così la creazione di nuove opportunità. Inoltre sarà possibile lavorare meglio ed in modo collaborativo con i fornitori, incorporare innovazioni e creare percorsi strategici, a lungo termine, che potranno generare un reale valore aggiunto per l’azienda.

In questo eccezionale momento, il procurement è diventato fondamentale all’interno delle organizzazioni, ed oggi ha un ruolo centrale nell’agenda aziendale. Tenendo d’occhio altre aree che si stanno trasformando con l’incorporazione di nuovi strumenti digitali, gli uffici acquisti devono sfruttare la potenzialità della collaborazione e le funzionalità delle reti aziendali, portando le loro aziende ad un livello produttivo prima impensabile.

Luigi TelescaLa trasformazione digitale nel procurement

Related Posts

Take a look at these posts